Samarcanda: la città d’oro

Il nostro viaggio in Uzbekistan non poteva che terminare a Samarcanda. Una città che non ha bisogno di presentazione e che, almeno di nome, la conoscono tutti, anche i bambini.

Sarà per la famosa canzone, sarà perchè evoca leggende e storie di paesi lontani.

Oppure sarà perchè è semplicemente affascinante.

Il Regstan, simbolo di Samarcanda

Il Regstan, simbolo di Samarcanda

Il simbolo di Samarcanda è la piazza del Regstan. Da qualsiasi lato e a qualsiasi ora del giorno la si guardi, questa piazza non può far altro che affascinare e incantare.

E far sognare di quei periodi quando lungo l’antica Via della Seta, oltre a viaggiare merci viaggiavano anche culture e idee che per secoli erano rimaste completamente isolate tra loro.

Questi scambi hanno sicuramente contribuito a costruire il mondo per come lo conosciamo oggi.

Anche per questo motivo, secondo me, quando si sta nel bel mezzo del Regstan si ha l’impressione di tornare là dove, in un certo senso, tutto è cominciato.

(se non vedi l’album qui, guardalo su Flickr)

Facebooktwittergoogle_plusmail

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Lascia un commento o un pensiero